Yaser Cryo

Yaser Cryo, “La musica mi ha salvato…”

Yaser Cryo, “La musica, una valvola di sfogo che mi ha salvato da una vita non facilissima”

Oggi, per la rubrica IntervistArtista, ho il piacere di ospitare un cantante di indubbio talento, Yaser Cryo.  Alcuni di voi hanno avuto modo di apprezzarlo e di seguirlo nel talent show di Amici di Maria De Filippi di quest’anno. Yaser mi ha colpita non solo per la sua voce e il suo carisma, ma anche per la tenacia con cui sta cercando di inseguire un sogno, o meglio, Il Sogno: vivere di musica.

Prima di entrare nel suo mondo artistico, conosciamolo meglio con la consueta nota biografica.

Yaser Cryo

Biografia

Yaser Cryo è nato in Italia, vive a Firenze e ha origini egiziane. È un insegnante di canto e suona con la sua band da circa due anni. La principale fonte di ispirazione artistica di Yaser è da ricondursi a molte icons del panorama musicale mondiale tra cui: Stevie Wonder, Michael Jackson, Freddie Mercury. Non a caso, nel 2015  Yaser, viene ingaggiato come voce solista dai *Killer Queen, la prima cover band dei Queen in Europa. Il 3 giugno 2015 sono stati invitati all’Arena di Verona per accompagnare il mitico Brian May nell’esecuzione del brano “Bohemian Rhapsody”, assieme all’Orchestra e al Coro dell’Arena, in occasione dello show “Arena di Verona 2015 – Lo spettacolo sta per iniziare”, condotto da Paolo Bonolis e trasmesso su Canale 5.

Segui Yaser sui social

Yaser

Intervista a Yaser Cryo a cura di Marina Atzori

Ciao Yaser, benvenuto su Verba Spinosa. È un piacere averti come ospite.

  • Come è nata la tua passione per la musica?

Da bambino con una scatola di vecchie cassette di musica classica e una Yamaha 44 tasti sbiadita (probabilmente gli scarti di qualcuno, visto che avevamo a malapena i soldi per l’affitto). Poi crescendo con le prime band ho iniziato a cantare Rock e Metal, una valvola di sfogo che mi ha salvato da una vita non facilissima.

  • Se dovessi dare un titolo al libro sulla storia della tua vita, quale sarebbe?

“Against all odds” (Contro ogni pronostico). Chi mi conosce sa che quando mi metto in testa di fare qualcosa è difficile farmi desistere, ed è grazie alla tenacia mia e di chi ha sempre creduto in me se oggi sono quello che sono nonostante tutto, detto questo ovviamente sarebbe un libro ancora tutto da scrivere.

  • Chi è Yaser lontano dalle luci del palco?

Appassionato di fantasy, fantascienza, scienza, matematica, scacchi, puzzles, videogames, tecnologia etc… Un nerd a tutto tondo!

  • Una canzone italiana che avresti voluto scrivere tu…

SubsonicaTutti I Miei Sbagli. Descrive perfettamente la contraddizione nel desiderare ciò che fa male, ed è legata ad un momento importante della mia vita. Non ascolto molta musica italiana, ma i Subsonica fanno eccezione. Sono stati i primi a farmi ascoltare la musica elettronica dopo i Daft Punk, e nonostante sia talvolta criticato, apprezzo anche l’utilizzo creativo che fanno della lingua italiana nei testi.

  • Nuovi progetti all’orizzonte?

Voglio tornare a dedicare gran parte del mio tempo alla creazione e sto già scrivendo nuove canzoni che spero di riuscire presto a pubblicare e magari portare sul palco.

Grazie ancora per questa bella intervista. Non vedo l’ora di ascoltare i tuoi nuovi pezzi!

Leggi QUI Il ritrattista di Luca Tudisca ne booktrailer di Ladybug

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Yaser Cryo, “La musica mi ha salvato...” * VERBA SPINOSA