Sara Valentino

Sara Valentino: leggere rende liberi


Sara Valentino: leggere rende liberi

Sara Valentino

Sara Valentino è un’appassionata di libri storici e non solo… è amministratrice del gruppo facebook “Thriller Storici e dintorni”, ma anche molto altro.

Oggi ho il piacere di intervistarla per la rubrica La parola al lettore.

 

Sara Valentino

Sara Valentino, nasce e vive a Monza e lavora come impiegata amministrativa in una ditta di Autotrasporti. Si divide tra lavoro e famiglia ritagliandosi piccoli spazi per la lettura. Ama i cani e ne possiede uno: il piccolo Yoghi. Il suo amore per la lettura nasce fin da ragazzina appassionandosi poi pian piano ai romanzi più corposi ed esigenti.

 

Sara Valentino

Fior d’Identikit:

segni particolari: lettrice

segno zodiacale: Ariete

libro preferito: Il settimo Papiro di Wilbur Smith

Fiore d’autore preferito: girasole

Colore preferito: blu

Intervista a Sara Valentino

Buon giorno Sara.

Innanzitutto, benvenuta su Verba Spinosa.

Sono felicissima di ospitarti all’interno della mia rubrica La parola al lettore.

  • Se potessi scegliere un’immagine che rappresenti il significato che ha per te la lettura, quale sarebbe?

Per me la lettura significa vivere mille vite in una sola, evadere dalla realtà, conoscere luoghi che mai avrò il piacere di visitare. Sceglierei il mare: una distesa di blu che guarda l’infinito, uno spumeggiante gigante che riflette il nostro stato d’animo. Come guardandolo mi perdo a sognare così accade mentre leggo, come le sue onde si infrangono a riva portando oggetti da luoghi lontani, così i libri mi regalano nuove esperienze arricchendomi, come il mare può essere calmo e tempestoso, così i libri riescono a trasmettere emozioni diverse tra loro, come il mare ha bisogno di un faro per dirigere le navi in porto sicuro, così io ho bisogno dei libri per vivere una vita senza naufragare.

  • Il filoso Francesco Bacone asseriva: “Leggere rende un uomo completo”. Cosa ne pensi?

Bacone, da grande filosofo quale fu, asseriva che conoscere significa dominare, perché l’ignoranza rende schiavi; questo è stato per millenni il contesto di vita dei nostri predecessori. Oggi abbiamo la fortuna di avere a disposizione tantissimi strumenti per informarci: internet fra tutti è stato sicuramente una grandissima opportunità per il genere umano. Leggere ci rende liberi in primis e ci rende completi, sì, in quanto abbiamo la possibilità di conoscere quali sono state le nostre origini dagli albori dell’umanità e, il percorso storico fatto fino ad oggi ci ha resi quelli che siamo. La completezza che ci regala la lettura deriva anche dal fare una profonda analisi su di noi, sul nostro carattere mentre leggiamo le storie che gli autori ci raccontano, possiamo decidere di essere migliori. La lettura, ho scoperto recentemente, ci rende completi anche in un altro senso, mi ha dato la possibilità di conoscere tante persone nuove che nutrono la mia stessa passione e con le quali ho stretto un legame di forte amicizia. Un regalo bellissimo che devo solo a loro… ai libri.

  • Il titolo di un libro che ti ha delusa e uno che ti ha sorpresa.

“Anna” di Nicolò Ammaniti. Forse perché leggendolo dopo “Io non ho paura” mi aspettavo fosse sulla stessa falsariga, invece, mi sono ritrovata a leggere un romanzo fantascientifico, quasi. Che mi ha sorpresa… vediamo… ecco, guarda, l’ho letto di recente: “Nero Dostoevskij” di Antonio Mesisca, mi ha sorpreso perché pur non essendo il mio genere preferito mi ha rapita per la simpatia e per l’ironia che difficilmente si trovano in un noir.

  • Da amministratrice del gruppo Facebook Thriller Storici & Dintorni, ti va di raccontare la tua esperienza con i Social?

La mia esperienza sui social inizia nel 2012, quando per la perdita di un amico ho cercato sfogo su Facebook. Devo dire che fino allo scorso anno, quando sono entrata nel gruppo Thriller Storici & Dintorni, ho “vagato” , possiamo dire così, tra un gruppo di lettori e un altro, senza trovare ciò che cercavo e forse, nemmeno sapevo esattamente cosa stessi cercando. Devo ringraziare Roberto Orsi, il creatore di Thriller Storici & Dintorni per averlo fatto nascere e per la passione contagiosa che lui stesso ha saputo trasmettermi. Ora posso dire che la mia vita senza questo gruppo non sarebbe più la stessa, è una sorta di linfa vitale e mi ha permesso, non voglio ripetermi, ma è una cosa importantissima, di stringere amicizie importanti.

  • Facciamo un salto nel passato. Hai la possibilità di intervistare un personaggio storico. Chi sceglieresti e per quale motivo?

Cleopatra, assolutamente lei, per l’amore che provo per l’Egitto Antico e i suoi faraoni, ma non solo per questo, anche perché le sue origini non erano egizie; una donna che ha avuto dalla sua la bellezza (o almeno così ce l’hanno raccontata) e  che senza dubbio alcuno l’ha utilizzata anche per i suoi scopi. Cleopatra è stata una donna ambiziosa e potente, colta (conosceva otto lingue) e morì con orgoglio.

  • Quale di questi aforismi ti rappresenta di più e perché?

«Un bambino che legge sarà un uomo che pensa» (Anonimo)

«Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca» (Proverbio arabo)

«Leggo per legittima difesa» (Woody Allen)

La terza “Leggo per legittima difesa” perché senza la lettura e senza i libri, ai quali riservo sempre il tempo a fine giornata, prima di andare nel mondo dei sogni, sarei solo una vittima del tempo che passa, vivrei solo una vita: la mia. Estraniarmi nella lettura significa lasciare i piccoli problemi quotidiani fuori dalla porta, almeno per un’ora, e così mi posso ritrovare.

Sara Valentino

 

I primi due li ho letti. Pertanto non mi resta che dirti Sparks che non mi è del tutto sconosciuto e proprio per questo, pur non avendo letto questo romanzo in particolare, non mi ha mai preso molto. Non è proprio il mio genere… forse un po’ troppo “melenso”.

Grazie infinite per l’ospitalità Marina è stato un piacere.

Grazie a te, Sara! E alla prossima…

 

#coltiviamolalettura

#laparolaallettore

 


Informazioni su Marina

Lettrice professionale, scrittrice e blogger, Digital Contentents Editor (sviluppo video/ideazione/editing di contenuti multimediali e infografica), Self publishing consultant, Editor e Copy editor.
Ha seguito corsi di specializzazione su: Web writing, Talent scouting, Editing e Copyediting, Fotogiornalismo, Personal Branding, Blogging, PNL (Programmazione Neuro Linguistica), Risorse Umane e comunicazione interpersonale. Ha scritto sei libri e una serie di racconti per alcune Antologie, ricoperto il ruolo di responsabile-organizzatrice all’interno della giuria tecnica nella Terza Edizione del Concorso Letterario Internazionale Terra di Guido Cavani (sezione inerente agli ebook), collaborato con Il circuito Network Il Mondo Dello Scrittore. Attualmente si occupa di servizi editoriali e sta lavorando alla realizzazione del suo progetto personale (“Book&Art”). Nel frattempo, scrive, anche se… scrivere è una questione spinosa, anzi “spinosissima”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*