Renata Morbidelli e il suo fiore d’autore


 Renata Morbidelli presenta:

“Il Cavaliere di Fuoco”

Renata Morbidelli

Edelweiss, è la figlia di una coppia di gitani, ma quello non è il suo vero nome. In realtà è Astèris, Principessa della Città di Awen Alixien e Custode della Bianca Grotta e della Sorgente Sempreviva. La sua magia, unita a quella di Dàrgariel e Korìllis, è la più potente di tutto l’impero. Mèlankar, Nobile Decaduto, vede in loro l’unica possibilità di acquisire il potere necessario per riconquistare il ciò che sostiene di aver perduto millenni addietro, proprio a causa di Leikastèris, loro lontana antenata, che lo ha combattuto e respinto perché ne aveva compreso le intenzioni. Sarà proprio la brama di potere del Nobile ed il suo odio personale per le tre Streghe la causa scatenante della ripresa della Guerra che egli stesso aveva iniziato, contro Leikastèris allora, e contro le tre Prescelte ora, per conquistare il trono di Veikor, Grande Re della Montagna e governare tutto l’Impero. In aiuto delle fanciulle, oltre a un discreto numero di alleati e amici, che troveranno lungo il loro viaggio, ci sarà Mikalendìl, fratello gemello di Mèlankar e Generale del Bianco Esercito della Città Dorata.
Questo mio libro d’esordio è un viaggio sia fisico che introspettivo che guida soprattutto le tre Streghe e i loro compagni di avventura in un percorso di crescita, individuale e collettiva nel contempo, verso una consapevolezza di se stessi a tutto tondo. Non solo Astèris, Dàrgariel e Korìllis apprendono ad affinare le loro arti magiche e a usarle nella maniera giusta mettendole a servizio di chi amano ma, attraverso l’incontro con alcuni personaggi cruciali, impareranno a essere più sagge e più forti, sia fisicamente che spiritualemente. Spesso si riveleranno importanti anche altri personaggi apparentemente oscuri come Gyldahir (figlio ribelle di Mèlankar), ma la cui voglia di riscatto, unita alla sanguigna passionalità, saranno fondamentali per la crescita personale di molti personaggi e per risolvere situazioni di stallo. Nulla, all’interno del libro è lasciato a caso. A partire dal nome (scelto accuratamente a secondo del ruolo e del significato che ciascuno ha all’interno della storia), passando per la scelta dei rapporti che intercorrono tra i personaggi, fino alla scelta di determinati simboli e messaggi disseminati all’interno della storia.

Link all’acquisto di “Il Cavaliere di Fuoco”

Il fiore d’autore di Renata Morbidelli è la Rosa rossa.

Vuoi entrare a fare parte anche tu del “Giardino di Verba Spinosa”? È semplice! Leggi QUI il regolamento. #coltiviamolascrittura

Renata Morbidelli scrive:

“Il mio fiore preferito è la rosa, in particolare quella rossa. Quelle di un rosso intenso, che ricordano il cuore e il calore del sole di maggio, mese in cui questi fiori si aprono svelando tutta la loro bellezza e la loro fragranza. Delle rose, paradossalmente, mi piacciono anche le spine: sono una difesa necessaria che le rende apparentemente inaccessibili, ma basta saperle prendere.”