Antonella Mattei e il suo fiore d’autore


Antonella Mattei presenta:

“Per mia colpa”

Recensione di Marina Atzori

Il mio ebook “Per mia colpa” ha qualcosa di straordinario e inusuale: le protagoniste sono tre donne di tre generazione diverse, ognuna con un vissuto difficile e tragico, ognuna con segreti inconfessabili alle spalle e ognuna legata indissolubilmente al destino dell’altra. Le donne protagoniste assolute con tutte le loro sfaccettature: fragili, vendicative, amorevoli, mortali. Volevo scrivere di temi forti e l’ho fatto: i campi di sterminio, gli odiati kapò, il passato e il presente che si rincorrono tra vivi e morti, segreti e bugie. L’anziana protagonista Lea, col suo passato oscuro, sarà la sola ancora di salvezza per la giovane Agnese vittima sacrificale di una madre alcolizzata e violenta e di una provincia che giudica e condanna.

Link all’acquisto di “Per mia colpa”

Vuoi entrare a fare parte anche tu del “Giardino di verba Spinosa”? È semplice! Leggi QUI il regolamento. #coltiviamolascrittura

Il fiore d’autore di Antonella Mattei è Il Papavero.

Antonella Mattei scrive:

“Perché ho scelto il papavero? Facile. L’oblio si ritrova spesso nei miei scritti, in uno in particolare è il tema portante; perdermi e ritrovarmi fa parte del mio modo di scrivere, uniti alla rabbia, la passione, l’orgoglio e una fragilità disarmante. Tra le altre cose, passare una nottata in una fumeria di oppio è sempre stato il mio sogno proibito: magari l’oblio che ne sarebbe conseguito avrebbe potuto attutire l’estrema sensibilità e fragilità. Un fiore d’acciaio insomma.”