Nubi Spettri Mulini a ventoTitolo: Nubi Spettri e Mulini a vento (2016)

Autore: Marina Atzori

Genere: Silloge Poetica

Versione ebook acquistabile su tutti i Web Store

Amazon

Kobo

la Feltrinelli

CE: EEEdizioni

Nubi Spettri e Mulini a vento, la Poesia dell’anima che scrive

Nubi

Ho esordito con questo motto nell’ottobre del 2014…

“Scrivo perché a voce non ce la faccio”

Nubi

È così che ho iniziato a scrivere. Questa frase non solo mi rappresenta, ma vuole essere l’invito a una lettura più complessa e più profonda di tutti i miei testi. Il significato racchiuso in essa equivale all’essenza del mio stile, del mio essere e divenire, inchiostro e foglio, nero e bianco, emozione e pensieri scritti, spinti verso un oltre che ho sempre cercato di raggiungere. Il mio primo piccolo libro “Il mare non serve, ho scelto una margherita”(EEEdizioni) ha rappresentato una strada autorale legata, più che a una mera frenesia di emergere, a un’esigenza forte e prorompente di rivelare un mondo interiore, il mio. Per “Nubi Spettri e Mulini a vento” (edito da EEEdizioni), la mia prima raccolta di poesie arrivata seconda nel Concorso indetto da EEE per Sillogi Poetiche (2016) è stato diverso. La Poesia è diventata nel tempo un punto di riferimento ma anche un approdo e soprattutto, in seguito a questa esperienza, è entrata a pieno titolo nell’evoluzione e nella crescita stilistica della sottoscritta. In verità sarebbe molto di più di tutto questo ma, chi avrà modo di leggermi, in questa nuova veste e di scoprire la mia anima poetica, potrà afferrare il nocciolo e le sfumature dei concetti appena espressi. Non sarei in grado di sintetizzarli qui, adesso, perché come detto all’inizio del mio post, è proprio sui libri che riesco a esprimere al meglio i miei intenti.

I libri, ecco, proprio loro, sono stati la mia coperta di Linus, un passaggio importante e determinante. Sarebbe inutile ignorare ciò, perché è in essi che ho trovato rifugio quando più ne avvertivo la necessità. D’altronde scrivere è un’opportunità, un appiglio, è una forza motrice che spinge ad afferrare un’ancora di salvezza quando il mondo fuori ti sta stretto e dentro è in atto una tempesta di emotività. I libri sono lo specchio di un’arte viva, che muta, che si trasforma e riflette le emozioni allo stato puro. Bisogna scavare, andare in fondo, perdere l’equilibrio nel buio, annegare negli abissi per poi ritornare in superficie e ritrovarsi a scrivere, scrivere per davvero, con l’anima. Scrivere è andare alla ricerca di un’essenza.

La Poesia è qualcosa che proviene dalla sfera più intima di noi stessi. Non si può raccontarla in modo superficiale. Non è una trama, non è una storia, è donare vita alle parole spente per poi accenderle. La Poesia è passo nel vuoto, è apnea, respiro, aria che manca, ossigeno e battiti che tornano a lottare su un pezzo di carta. Potrei andare avanti all’infinito, perché il verbo (la parola), nei componimenti poetici, non ha né spazio, né tempo.  È il poeta a donarle il senso dell’eternità, l’assoluto, l’incompiutezza. La Poesia è magia, è comunicare un universo che, con la voce non renderebbe mai nello stesso modo. La Poesia permette di trafiggere il dolore come una spada, di lottare, di profumare i sentimenti come la corolla di un fiore, di accarezzare la rabbia come una nuvola con il cielo.

Nubi Spettri e Mulini a vento più di altri traguardi raggiunti finora, è il risultato di uno sguardo interiore timorato, di un’equazione cercata e voluta fortemente, di peso e misura, di sensibilità e creatività radicate in me. È in questo modo che ho incontrato il senso sublime dei sentimenti e la mia anima da vicino; ci sono arrivata passo dopo passo, attraverso una maturità emotiva dai sapori e dai toni altalenanti, dolci, aspri, amari, silenziosi, rumorosi e scarmigliati che mi auguro apprezzerete.

Vorrei in poche righe ringraziare la Giuria per il lavoro svolto e tutti i colleghi amici che mi hanno sostenuta finora. In modo particolare il mio editore Piera Rossotti Pogliano e l’artista cagliaritano Luigi Lai per averne curato l’immagine di copertina attraverso una sua splendida Opera d’Arte disegnata appositamente per l’occasione.

Vi porto tutti nel cuore.

GRAZIE!!!

***

Nubi

Nubi dietro e davanti al cielo

nubi dentro e fuori dal cuore

Mi sento mutevole

come il tempo

Vestita di nubi

aspetto il temporale.

Etichette:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Nubi Spettri e Mulini a vento: la poesia dell'anima scrive * VERBA SPINOSA

Nubi Spettri e Mulini a vento: la poesia dell’anima scrive