Clare Hollingwort

Clare Hollingworth: frontline e scrittrice da ricordare

Clare Hollingworth, frontline e scrittrice, ha lasciato un’impronta nella Storia e nel giornalismo

 

Google Doodles di oggi dedicato a Clare Hollingwort

Clare Hollingwort è la protagonista del Doodle art di oggi. La giornalista britannica scomparsa a gennaio del 2017 avrebbe compiuto ben 106 anni, proprio il 10 ottobre. Non mi lascio sfuggire l’occasione di dedicare alla scrittrice giornalista un post nella mia rubrica #hooknews. E nemmeno Google, creando per l’occasione, un disegno ad hoc del suo logo in versione speciale-commemorativa. A rappresentare Clare Hollingwort, una vecchia macchina da scrivere, un foglio di carta e un ventaglio di pagine di giornale colorate.

Ma chi era Clare Hollingwort?

Clare Hollingwort

Una frontline reporter, una scrittrice speciale, ma soprattutto una donna che ha vissuto un’esistenza degna di nota e che ha lasciato un’impronta nel mondo della scrittura giornalistica e non solo.

Clare Hollingwort è diventata famosa per aver annunciato per prima, al mondo, l’inizio del conflitto che sconvolse l’umanità intera: la Seconda Guerra Mondiale.

Il 29 agosto 1939, Il Telegraph (giornale per cui Clare Hollingwort scriveva) apriva con questa notizia in prima pagina:

“1.000 carri armati ammassati al confine con la Polonia. Dieci divisioni sono pronte per colpire”.

Scoop, scalpore, testimonianza, fotografia, coraggio: Clare Hollingwort era questo e molto altro.

hook newsQualche curiosità? In gioventù, la reporter imparò persino a pilotare gli aerei e a gettarsi nel vuoto con il paracadute. Ma non è tutto. Durante gli studi universitari, si avvicinò anche alla politica, tentando di promuovere una campagna indirizzata alla giustizia nel Mondo.

Tuttavia, la carta stampata rappresentava per lei un modo unico e insostituibile per raccontare la verità vista da vicino, sul campo, dove non solo si leggeva, ma si avvertivano le sensazioni forti e angoscianti dei suoni. Nei suoi articoli da corrispondente, trasparivano veri e propri documenti/verità in cui descriveva lo scenario della preparazione alla guerra, le atmosfere calcolatrici, cupe e strategiche della Germania Nazista, come pochi erano in grado di fare. Dagli aerei militari pronti a sorvolare i cieli, ai carri armati, custoditi sotto teli di cerata, predisposti agli attacchi, ai soldati che, di lì a poco, avrebbero oltrepassato e invaso confini e territori da conquistare.

Questa figura femminile impavida e alternativa pare che portasse sempre con sé, oltre a una macchina fotografica e una da scrivere, l’attaccamento alla verità vera: cuore pulsante del giornalismo, anima della notizia vissuta in prima persona, raccontata parola per parola, immagine per immagine.

Il pericolo viaggiava insieme e accanto agli oggetti che Clare Hollingwort, custodiva dentro uno zaino di cui non si separava quasi mai; la paura viaggiava insieme al rischio che comportava la sua professione, ma nonostante questo, la giornalista perseguiva con coraggio i suoi intenti, facendosi forza del fascino e dell’adrenalina che le provocava la sua più grande passione: scrivere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Un commento su “Clare Hollingworth: frontline e scrittrice da ricordare”