Cari lettori,

sono ancora qui a parlarvi di ambiente. Ancora, per almeno due buoni motivi. Il primo è che non mi stancherò mai di farlo, perché la natura mi sta molto a cuore. Mentre il secondo è, diciamo, più “concreto”. Infatti, questo post vuole essere diverso dagli altri, perché ha qualcosa in più da raccontare: un frammento di storia che abbiamo scritto insieme, passo dopo passo.

Innanzitutto, ci sono novità che lasciano ben sperare. Vi dico subito quali.

33 amici animali in cerca d’autore – Naturalmente Poesia, il progetto artistico-ambientale cui hanno preso parte 33 autori, compresa la sottoscritta, è arrivato a un primo step che merita la vostra attenzione. Grazie a quanto ricavato dalle vendite dell’antologia, saranno effettuate le prime due adozioni in digitale sul sito del WWF.

Come abbiamo deciso.

Durante il mese di ottobre, alcuni autori hanno potuto esprimere le proprie preferenze tra i possibili “candidati” a rischio estinzione. La maggioranza ha decretato che i Ghiacciai saranno protagonisti e che le donazioni andranno al pinguino e al ‘Principe dei Ghiacci’, l’orso bianco.

Cari lettori

Mi sembra giusto aggiornarvi, perché anche voi lettori avete contribuito in modo straordinario a questo piccolo grande traguardo. Naturalmente Poesia si è rafforzato grazie alla partecipazione degli autori e non solo. Con Verba Spinosa e altri blog amici che hanno ospitato il progetto, Naturalmente Poesia ha potuto fare un bel giro del web.

Grazie alle condivisioni, all’acquisto del libro e al semplice passaparola, possiamo dire di aver ottenuto qualcosa di unico e speciale: l’attenzione del lettore.

Tutto questo è servito non solo ad arrivare fin qui, ma anche come incoraggiamento a proseguire in questa direzione. Dovete sapere che promuovere un libro non è per niente facile. Il mercato editoriale è diventato elitario. Riuscire a ricavare una nicchia che richiamasse l’interesse del lettore è stata un’impresa piuttosto ardua, ma noi ce l’abbiamo messa tutta, non senza ostacoli, e siamo stati ricompensati come mai ci aspettavamo. Tuttavia, sono ancora troppe le persone che nemmeno immaginano quanto la situazione climatica sia grave e delicata. Sembra sia diventato di moda parlarne, fingersi solidali, ma a conti fatti, il problema del rispetto dell’ambiente rimane ancora a una certa distanza di sicurezza dal quotidiano.

Quella dell’ambiente è, però, una questione che riguarda tutti da molto vicino, così come ci riguardano le oggettive difficoltà degli esseri viventi che fanno fatica a sopravvivere, perché privati dei loro habitat naturali, che un tempo gli appartenevano di diritto. Purtroppo, non tutti comprendono cosa sia il diritto. Ormai, il diritto, in molti campi, si è trasformato in un privilegio per pochi.

Cari lettori

Credo sia ora di avvicinarsi, di sentire la responsabilità diretta e indiretta di quanto sta accadendo, a partire dai Ghiacciai, fino ad arrivare all’Amazzonia; è ora di scavare, di andare in profondità, di provare a capire quanto sia importante preservare la Terra con un contributo attivo che, badate bene, non dev’essere necessariamente tradotto in denaro.

Come?

Se ne deve parlare in modo consapevole, a casa, a scuola, al lavoro, sui libri, sui blog, sui social.

Il nostro compito è fare, non uno ma tanti passi avanti nel percorso di sensibilizzazione.

A questo proposito, vorrei spendere due parole nei confronti di Greta Thunberg. Non serve che spieghi chi è. Inoltre, dire se sia giusto o meno concedere tanta popolarità a questa ragazzina particolarmente sensibile al cambiamento climatico non è di certo compito mio. Dico soltanto che, molto probabilmente, questa campagna mediatica è servita a far discutere di tutto, tranne che di azioni concrete tese a salvaguardare l’ambiente. Il fatto che Greta sia giovane e combattiva, e che sappia ciò che vuole, invece, è una pagina già scritta dai media, non occorre che aggiunga altro.

Per il resto, un resto che conta per davvero, io penso a Green Peace, al WWF e ai suoi volontari, e a tutti quei ricercatori e divulgatori scientifici, disposti a lottare ogni giorno sul campo pur di salvare il salvabile. Be’, indirettamente (neanche tanto) vi ho detto come la penso.

Concludo ringraziando tutti per aver compreso o aver provato a comprendere il senso di Naturalmente Poesia.

Per gli autori di Naturalmente Poesia…

Ilaria Biondi, Alessandra Bucci, Martina Castiello, Silvia Pattarini, Sofia Skleida, Jenny Brunelli, Bruna Cicala, Michael Floris, Anita Napolitano, Vincenza Davino, Marina Atzori, Elisabetta Bagli, Laura Bassutti, Janna Carru, Ester Cecere, Eleonora Corbascio, Emanuele Corocher, Lorenza Farina, Diego Fois, Anna Fresu, Anna Maria Gallo, Luigi Lai, Michele Melillo, Cecilia Minisci, Gianluigi Mugheddu, Claudia Piccinno, Annamaria Anelli, Gastone Cappelloni, Leonardo Manetti, Ileana Valente, Adua Biagioli Spadi, Roberta Incerpi e Angela Patrono

…scrivere è anche una questione ambientale. 

Spero non finisca qui. Anzi, è da qui, da adesso che potrete esserci anche voi, partecipando insieme, attraverso la condivisione di questo post. Ogni microscopico risultato sarà anche vostro. Io ci credo e vi invito a crederci, insieme a NOI.

Grata a tutti voi,

Marina Atzori

Curatrice e Responsabile del progetto

Qui di seguito trovate i certificati di adozione dei nostri due amici scelti

Vi ricordo che “33 AMICI ANIMALI IN CERCA D’AUTORE – Naturalmente Poesia” è disponibile in cartaceo e in ebook su www.amazon.it.

CLICCA SULLA COVER O QUI PER ACQUISTARLO.

IN QUESTO MODO POTRAI CONTRIBUIRE ALLE DONAZIONI PER GLI ANIMALI A RISCHIO ESTINZIONE.

QUANTI SIETE…

Etichette:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Cari lettori, vi scrivo per ringraziarvi del vostro aiuto e per... * VERBA SPINOSA

Cari lettori, vi scrivo per ringraziarvi del vostro aiuto e per…