Adua Biagioli Spadi e il suo fiore d’autore

Per la rubrica Scegli il tuo fiore d’autore, oggi ho il piacere di ospitare l’autrice e poetessa Adua Biagioli con la nuova silloge, “Il tratto dell’estensione”.

Quale sarà il fiore d’autore di Adua Biagioli? Scopritelo con me in questa bella presentazione.

Adua Biagioli

Adua Biagioli Spadi poetessa e non solo…

Adua Biagioli Spadi, pittrice, Maestra d’arte e Operatrice Culturale opera a Pistoia; presente in numerose pubblicazioni antologiche di premi letterari nazionali e internazionali, tra cui Ambrosia, presentata ad  EXPO’ 2015 – Milano, e “Novecento e non più. Verso il Realismo Terminale” presentata alla Fiera di Roma 2016 ed. La Vita Felice (MI), in Agende Poetiche (Ibiskos Olivieri – Otma Edizione) e Collane Letterarie – Schegge d’Oro – Montedit ed.; Agape (La Vita Felice). Socia di diverse accademie letterarie, a Giugno 2015 pubblica l’Opera Prima “L’Alba dei papaveri” – Poesie d’amore e identità- Edito ‘La Vita Felice’ (MI), 2° Premio Letterario Giovane Holden 2016 per la sezione poesia edita e finalista al premio letterario Alberoandronico 2016. Interessanti recensioni sul libro si trovano su riviste letterarie (“La Nuova Tribuna Letteraria”/ “Qui Libri”).

A Maggio 2017 pubblica “Farfalle” – Gaele Editore, un piccolo libro d’Arte a tiratura contenuta di pezzi unici contenenti unica poesia e disegni dell’autrice.

Da Luglio 2017 lo stralcio di una poesia tratta da “L’Alba dei papaveri” viene scolpito su stele in pietra serena e ubicato in località San Pellegrino di Sambuca Pistoiese per la valorizzazione della cultura e della montagna (Progetto culturale Parole di Pietra).

Segui Adua sul suo blog

Adua Biagioli
Clicca QUI per il link all’acquisto

Sinossi della silloge poetica “Il tratto dell’estensione”

Il passaggio evolutivo e sequenziale di tre maglie di un unico percorso: uno sguardo acceso sulla recezione emozionale e umana delle vicende della vita, tra incanto e disincanto, gènesi-mondo e gènesi-io. Quindi siamo di fronte alla germinazione naturale del crescendo emozionale, un percorso che fluttua intorno alla realtà ricercando una possibile rinascita nel luogo interiore. La parola poetica si fa linea e traccia della verità, segno e constatazione, fino al candore e all’autenticità della visione. La voce poetante fa il suo ingresso nel destino in cui annoda ricordi, cammini e l’abisso segreto dell’amore.

Il Fiore d’autore di Adua Biagioli Spadi è il giglio

Adua

FiorePensiero di Adua Biagioli Spadi

Il giglio è un’opera d’arte, un’opera letteraria e poetico-teatrale. Il giglio è puro, bianco, ha il candore e la verità della poesia che un poeta che si dica poeta, dovrebbe rispecchiare. E poi, è un fiore che mantiene quella sacralità che è impareggiabile. Un fiore che non si può cogliere.

Clicca QUI per leggere Il fiore d’autore di Mauro Cesaretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*